Brodo Studio – BrodoStudio
16746
post-template-default,single,single-post,postid-16746,single-format-standard,bridge-core-2.6.9,qode-quick-links-1.0,qode-page-transition-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,qode-page-loading-effect-enabled,,paspartu_enabled,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,transparent_content,qode-theme-ver-28.7,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,qode-wpml-enabled,wpb-js-composer js-comp-ver-6.5.0,vc_responsive

Brodo Studio

Brodo Studio

È da un po’ che non vi diamo notizie riguardo le attività di Brodo Studio, ci siamo infatti presi un pò di tempo per cambiare… praticamente tutto. Eccoci qua! Vi presentiamo con orgoglio il nuovo Brodo Studio: Experiential Marketing Agency.

Sono stati mesi carichi di lavoro, ricerca e stimoli, durante i quali abbiamo fatto un’analisi approfondita dello scenario attuale del mondo della comunicazione e deciso di cambiare rotta. Tra una chiacchierata e l’altra con clienti, amici e colleghi ci siamo trovati a dover rispondere a domande, spesso complesse, in modo esaustivo. Questo ci ha aiutato molto a definire meglio e con maggior chiarezza alcuni aspetti. Abbiamo raccolto i cinque quesiti più frequenti che andiamo a presentarvi in questo articolo.

Domanda 1: Cos’è successo a Brodo Studio?

  • Alcuni di voi avranno notato che Brodo Studio ha recentemente cambiato volto. Questi cambiamento non coinvolge soltanto aspetti estetici o formali – come nel caso del nuovo sito (www.brodostudio.com) su cui state probabilmente leggendo – ma è più radicale, riguarda infatti l’intero processo progettuale e realizzativo e ci ha portato a ridisegnare interamente i nostri servizi.

Domanda 2: Cosa comporta un cambiamento del genere?

  • Finora eravamo legati a processi e metodologie convenzionali, ma ci siamo resi conto che le cose stanno cambiando rapidamente e non solamente nel nostro piccolo cortile. L’attenzione verso tipologie di contenuti e campagne “non-convenzionali” sta infatti crescendo a vista d’occhio. Sia i principali network che le aziende si trovano trasversalmente coinvolte nel processo e stanno investendo somme rilevanti in questa direzione, ad esempio creando eventi specifici, piattaforme o branded series.   
  • Questo processo ci ha coinvolto personalmente e professionalmente, assorbendo tantissime energie, ma gradualmente, man mano che prendeva forma, ci siamo resi conto che era quello in cui ci identifichiamo. In questo periodo, si fa un gran parlare ad esempio di personal branding e della necessità di saper integrare e comunicare soprattutto ai potenziali clienti le proprie convinzioni e i propri valori. Ma come farlo sinceramente se quello che si produce quotidianamente non coinvolge veramente? Questo lavoro non si può affrontare in modo totalmente distaccato e la tecnica da sola non basta a colmare il bisogno più profondo che abbiamo, quello di comunicare e stringere legami con le persone.
  • Per questo l’Experiential Marketing ci è parsa la strada più naturale da seguire. Ciò non significa dismettere totalmente intere tipologie di servizi più tradizionali al contrario, ci costringe a ragionare sul loro reale potenziale, utilizzando ogni mezzo per quello che è, sfruttandone appieno le potenzialità. In ogni fase progettuale l’integrazione con i media offline e online rimane strategica, ma in questo caso, sono i contenuti ad essere i veri protagonisti e non il canale, la tecnica o la tecnologia con cui si trasmettono e si fruiscono.

Domanda 3: Come hanno accolto il cambiamento i vostri clienti? A chi vi rivolgete?

  • È stata una delle questioni emersa sin da subito. Capiamo che un approccio di questo tipo possa spaventare o in parte disorientare, come tutte le novità. Non a tutti piace tornare a casa la sera e trovarsi di fronte a una festa a sorpresa. Senza troppi giri di parole, gli abbiamo detto la verità: da domani continueremo a lavorare per voi, offrendovi servizi nuovi e insieme faremo tante cose incredibili!

  • A questo punto parte una domanda chiave: Mi costerà di più? La risposta è no, dipende da voi. I budget aziendali sono spesso già determinati, quello che possiamo fare è ottimizzarne il rendimento di una campagna progettando attività pensate realmente per raggiungere l’obiettivo preposto.

Domanda 4: Ma cos’è realmente l’Experiential Marketing? Dove si applica e in che modo si differenzia dalle altre tipologie di marketing?

  • C’è una vasta e interessante letteratura a riguardo e altrettante opinioni a volte discordanti. Partiamo dalla prima e sostanziale differenza: il marketing esperienziale è una tecnica e non un mezzo. Si interviene quindi sul piano della metodologia applicata ad una campagna pubblicitaria. Quando usiamo la parola marketing per definire un tipo di pubblicità o promozione siamo abituati ad accostarla ad altre come web, social o mail, focalizzando l’attenzione sul canale di diffusione e la tecnologia con cui prende forma quella specifica promozione. Il marketing esperienziale invece abbraccia una moltitudine di strumenti ed è prevalentemente rivolto alla creazione e all’accrescimento di un valore, sia per il brand che per il cliente, mentre le finalità commerciali nell’arco dell’intero processo di acquisto si fondono con gli stimoli percettivi, sensoriali ed emozionali delle persone.
  • Interazione, scambio, partecipazione, riconoscibilità, esperienza diretta, sono queste le principali novità apportate. Le possibilità applicative che si aprono sono sterminate. Costruire la riconoscibilità del brand e interagire con il proprio pubblico oggi è una parte cruciale di ogni tipo di azienda. Le persone, clienti potenziali o già acquisiti, apprezzano e si aspettano un’esperienza personalizzata. Solo questo, in un mercato così affollato, può far sì che un marchio si distingua dalla concorrenza.

Domanda 5: Se fossi un’azienda cosa dovrei aspettarmi da una vostra proposta? Cosa si può realizzare concretamente?

  • Quando ci sediamo attorno ad un tavolo, iniziamo a raccogliere subito l’informazione vitale, ovvero la definizione dell’obiettivo principale. Ci possono essere obiettivi molto differenti, come: attrarre nuovi clienti, aumentare le vendite, farsi conoscere in nuovo territorio, aumentare la riconoscibilità del marchio. Ogni campagna dovrebbe essere pensata e costruita a partire dal traguardo, ma sappiamo che non è scontato ed è per questo che, se questo non è già definito, li aiutiamo a individuarlo. Una volta stabilite le regole si può passare alla progettazione sulla base del budget fornito e anche questo è un punto su cui lavoriamo assieme al cliente.

  • Fatta questa premessa, le azioni possibili sono davvero molte. Si passa dalla Product Animation ovvero dall’inserimento di elementi scenici “brandizzati” in contesti urbani, ad Installazioni Multimediali dove l’interazione avviene attraverso la tecnologia, al Road Show dove attori e comparse mettono in scena dei veri e propri spettacoli con più livelli di interazione con il pubblico, al test di un prodotto all’interno di un Pop-Up Store o con un’esperienza reale coordinata dal nostro staff  “True People”. Quelle citate sono solo alcune possibilità e a queste si integra tutto ciò che riguarda lo sviluppo dei contenuti che possono derivare dall’attività esperienziale. In una progettazione integrata o più specifica di Content Marketing possiamo realizzare una moltitudine di format, prevalentemente audiovisivi come: Branded Series, Sit-Com, Tutorial e Live show. Anche in questo caso il contenuto si distingue non per la categoria d’appartenenza, ma per il modo in cui verrà percepito e fruito dal pubblico. Il contenuto che offriamo come agenzia e come brand è puro intrattenimento. L’esperienza in questo caso passa per la scelta dell’utente che decide spontaneamente cosa guardare sulla base dei suoi interessi. Portiamo quindi i brand, non solo sul divano di casa dei loro clienti (o dei futuri consumatori), ma per strada e in tutti quei luoghi fisici dove si possano intercettare e soddisfare i bisogni di svago, di conoscenza e divertimento delle persone, stringendo con essi un legame più saldo, sincero e duraturo.

Per approfondire alcune di queste tematiche  potete scaricare i nostri approfondimenti gratuiti al seguente link: https://brodostudio.com/index.php/insights/